Cresciuta in una famiglia di appassionati della buona cucina, fin da piccola spiava la madre e la nonna indaffarate tra i fornelli. Dalla madre ha ereditato la passione per i secondi.

Dalla nonna paterna ha appreso l’arte della tradizione e degli antichi gesti per preparare la pasta. Durante le festività, le donne di casa si riunivano per preparare i dolci tradizionali.
È così, tra scodelle, fruste, uova e farina, che è nata la voglia di preparare dolci, suo primo amore poco più che bambina. Crescendo si è poi cimentata con il “salato”: pasta, torte salate, piatti di pesce e carne.

La tradizione prima di tutto. Dalle orecchiette alle cime di rape allo spezzato di vitello con crosta di formaggio e cime di rape. Dai torcinelli all’agnello e patate. E poi ancora, il panecotto pugliese, le verdure selvatiche, il pesce in coccio, le pizze nel forno a legna, i lintorci (troccoli) alla chitarra, solo per citarne alcuni. Oltre a divertirsi in cucina, durante le vacanze scolastiche aiutava anche il padre nell’azienda di famiglia per la produzione di vini, olio extravergine di oliva, sott’oli, olive e passata di pomodoro.

Tutti in famiglia dovevano dare una mano durante il periodo della salsa. In seguito, dopo gli studi, si è buttata a capofitto a lavorare nell’azienda paterna. In frantoio, tra un libro di cucina e l’altro, supervisionava la fase della molitura dell’olio extravergine di oliva, varietà “Peranzana”. Sara poi si è messa finalmente alla prova con l’apertura di un agriturismo familiare, lavorando fianco a fianco con cuochi professionisti. Il suo cavallo di battaglia? I dolci, ovviamente. Creme, pan di spagna, torte, bavaresi. Infaticabile stacanovista, tra fornelli e ufficio aziendale.

Ultima nata, la passione per il buon vino frequentando il corso professionale dell’associazione italiana sommelier AIS per diventare sommelier e magari ,più in là, degustatore ufficiale in abbinamento cibo. Da sempre amante della terra e delle tradizioni locali, Sara cerca di trasmettere in ogni modo la sua passione, attraverso video e scrivendo ricette sui blog. Radici ben impiantate nel passato quindi, ma con lo sguardo proiettato verso il futuro e la voglia di portare nei suoi piatti i colori, gli odori e i sapori che raccoglie nei suoi viaggi.

Seguimi su Facebook o visita il mio sito